Passione, innovazione e competenza nelle sementi

FORAGGIO
LEGUMINOSE POLIENNALI FORAGGERELEGUMINOSE ANNUALI FORAGGEREGRAMINACEE FORAGGEREGRAMINACEE ESTIVE FORAGGEREALTRE SPECIEMISCUGLIMISCUGLI PER INERBIMENTI TECNICIMISCUGLI PER PRATO STABILE E PASCOLOMISCUGLIO PER ERBAIOCOVER CROP E SOVESCIO
COVER CROP E SOVESCIO


La coltivazione di cover crops e colture da sovescio, inserite tra due colture principali, sono pratiche agroambientali che hanno numerosi vantaggi:
  • Controllare le infestanti; la copertura del suolo costante lascia meno possibilità alle infestanti di insediarsi.
  • Produrre e ripristinare nel terreno una attiva biosfera. 
  • Consentire il ricircolo di elementi minerali. Alcune colture di copertura hanno la capacità di radicare profondamente e sfruttare nutrienti che le grandi colture di campo hanno difficoltà a raggiungere. Altre colture catturano gli elementi fertilizzanti del concime e del liquame applicati ed evitano il dilavamento nelle falde acquifere.
  • Fissare l'azoto grazie alle leguminose 
  • Limitare la perdita di acqua e limitare l’erosione causate dal vento. 
  • Ridurre le differenze termiche a livello del suolo e proteggere i microorganismi e la biosfera presente nel terreno dai raggi UV. 
  • Ridurre l'impatto del passaggio dei macchinari. • Decompattare in profoncità il terreno grazie agli apparati radicali delle piante. 
  • Avvantaggiarsi dell’effetto ristrutturante ed antierosivo del terreno superficiale permesso dai sistemi radicali fascicolati delle graminacee. 
  • Contrastare la percolazione dei nitrati nelle falde acquifere. 
  • Aumentare la biodiversità. 
  • Rompere il ciclo vitale dei parassiti responsabili di molte malattie delle piante. 
  • Aumentare la fertilità (materia organica e vita biologica) del suolo e quindi aumentare la produttività delle colture successive. 
  • Ridurre gli input chimici (fertilizzanti, erbicidi, fungicidi, insetticidi) e quindi i costi di produzione.
sono disponibili diverse specie a ciclo corto, adatte come cover crop o sovescio e possono essere formulate diverse composizioni di miscugli. Spetta a ciascun produttore determinare gli obiettivi che desidera raggiungere.

I miscugli possono essere formulati utilizzando vari componenti tra i quali:
  • Trifoglio pratense / Red clover / Trifolium pratense
  • Lupinella / Sainfoin / Onobrychis viciifolia
  • Veccia vellutata / Hairy vetch / Vicia villosa
  • Trifoglio incarnato / Crimson clover / Trifolium incarnatum
  • Trifoglio alessandrino / Berseem clover / Trifolium alexandrinum
  • Trifoglio resupinato / Persian clover / Trifolium resupinatum
  • Trifoglio squarroso / Trifolium squarrosum
  • Veccia comune / Common vetch / Vicia sativa
  • Pisello da foraggio / Forage pea / Pisum sativum ssp. Arvense
  • Veccia pannonica / Hungarian vetch / Vicia pannonica
  • French serradella / Ornithopus sativus
  • Rafano decompattante / Oil radish / Raphanus sativus ssp. Longipinnatus
  • Loietto italico / Italian ryegrass / Lolium multiflorum ssp. Italicum
  • Loietto italico westerwoldico / Annual ryegrass / Lolium multiflorum ssp. Westerwoldicum
  • Avena forestiera / Bristle oat / Avena strigosa
  • Facelia / Phacelia / Phacelia tanacetifolia
  • Colza / Forage rape / Brassica napus
  • Buckwheat / Fagopyrum esculentum
  • Camelina / False flax / Camelina sativa
  • Niger / Guizotia abyssinica
Ad azione nematocida:
  • Senape Bianca / White mustard / Sinapis alba
  • Senape Bruna / Indian mustard / Brassica juncea
  • Rafano / Oil radish / Raphanus sativus