Passione, innovazione e competenza nelle sementi

FORAGGIO
LEGUMINOSE POLIENNALI FORAGGERELEGUMINOSE ANNUALI FORAGGEREGRAMINACEE FORAGGEREGRAMINACEE ESTIVE FORAGGERESORGHUM SUDANENSESORGHUM BICOLOR X SORGHUM SUDANENSEMIGLIO PERLATOPANICOALTRE SPECIEMISCUGLI
SORGHUM BICOLOR X SORGHUM SUDANENSE
Il sorgo foraggero è una coltura che soddisfa ampiamente le esigenze dell’agricoltore, garantendo notevoli vantaggi dal punto di vista agronomico:
  • Il sorgo grazie alla presenza di foglie fortemente cutinizzate che disperdono meno acqua e all’apparato radicale ramificato con buona capacità di suzione, è una coltura con buona resistenza alla siccità.
  • È adattabile a tutti i tipi di terreno, anche argillosi e con cattiva struttura (purché vi siano sufficienti riserve idriche) e non teme i terreni infestati da piralide o diabrotica.
  • È una coltura poco esigente dal punto di vista nutrizionale poiché il suo apparato radicale sviluppato le permette di accedere alle sostanze nutritive presenti in diversi punti del terreno.
  • Fornisce con scarso investimento, un foraggio con ottime caratteristiche nutritive.
Gli ibridi di Sorghum bicolor X sudanense che uniscono alle caratteristiche del Sorghum sudanense, le caratteristiche dei parentali di Sorghum bicolor che comprende le varietà e gli ibridi da granella, con taglia bassa, culmi robusti, panicoloben sviluppato, accestimento limitato ed elevata resistenza all’allettamento.

TECNICA AGRONOMICA
  • Dose di semina: per Sorghum bicolor X sudanense: a file in asciutto: 20-30 kg/ha, a file in irriguo: 35-45 kg/ha;
  • Profondità di semina: 1,2-2,0 cm
  • Epoca di semina: da Aprile a Luglio quando la temperatura del terreno è almeno di 16°C
  • Concimazione: in assenza di letame, se necessario, 40-60 kg/ha di P2O5 da interrare in pre-semina; 80-100 kg/ha di azoto da distribuire alla semina come urea
  • Epoca di raccolta: in fase di fine botticella/ inizio spigatura, ad almeno 15 cm dal suolo, in modo da favorire il ricaccio.
  • Adattamento alla consociazione: non adatto
Nutri Honey
Gli alti rendimenti di massa in aree asciutte, la facilità di produzione e la comoda integrazione nelle rotazioni delle colture sono motivi principali per la coltivazione di questo sorgo. Qualità eccezionale per il foraggiamento, adatto anche per la produzione di biogas.

Ha una vigorosa e sana crescita precoce che permette un precoce primo taglio.

La pianta raggiunge un’altezza di 2.5-3 m. Ha un’ottima tolleranza al freddo e alla siccità. Ha una elevata capacità di accestimento, di ricrescita e buona resistenza all’allettemento. 
  • Utilizzo: fieno, insilato, biomassa
Monster
Monster è molto tardivo poiché fotoperiodo sensibile (solo al di sotto delle 12 ore e 20 minuti di luce entra in fase riproduttiva). La continua produzione di foglie permette quindi una miglior qualità del foraggio.
A seconda del luogo e del momento della semina può dare enormi rendimenti in 150-160 giorni di permanenza in campo. L’ibrido può essere sfruttato 3-4 volte a stagione per il pascolo o per fare fieno (periodo ottimale per la raccolta del primo taglio di fieno è a circa 70 giorni dopo la semina, per i successivi tagli quando la pianta è ad almeno 0.8-1 m di altezza), o in un solo taglio per insilato.
Le sue caratteristiche sono:
  • Elevata resa di sostanza secca di qualità
  • Ampia finestra di raccolta
  • Foglie grandi e molto lunghe di aumentata qualità
  • Eccellente capacità di ricrescita e di accestimento
  • Ampio utilizzo-pascolo, trinciato verde o insilato-monosfalcio
Gardavan
Crescita veloce e elevato vigore
Accestimento rapido e ottima produttività.
Elevata resistenza alla siccità.
Ottimo valore nutritivo.
La sua produttività potenzialmente è di  80-120 ton/ha in massa verde e 20-25 ton/ha di sostanza secca, variabili in base alla disponibilità idrica e alla fertilità del terreno.

  • Utilizzo: insilato, pascolo
Bovital
Rapidità di insediamento, ed elevatissima capacità di accestimento e ricrescita.
Elevata produzione di biomassa per trasformazione in biogas.
Elevata resistenza alle fitopatie e ottima resistenza alla siccità.
Alto valore alimentare ed elevata resistenza all’allettamento.
Per la produzione di biomasse vegetali ridurre la dose di semina a 10-15 kg/ha a file ben distanziate, da sfruttare in unico taglio.
  • Utilizzo: insilato, pascolo, biomassa